Auto elettrica: tutto ciò che vuoi sapere prima di sceglierla

Auto elettrica, si!

Green, ecologia, rispetto ambientale, risparmio. Sono solo alcune delle parole che descrivono l’epoca e l’innovazione in cui stiamo vivendo con l’introduzione dell’auto elettrica. Un’epoca fatta di una ricerca del “pulito”, del basso impatto ambientale e del risparmio anche nel nostro portafoglio.

Le statistiche ci dicono che le fonti di energia derivanti dal petrolio sono in assoluto le più inquinanti e che l’autotrazione incide in maniera sistematica sull’inquinamento.

È per questo che si sono sviluppate le auto elettriche. Auto che promettono di essere, se non la soluzione, una delle soluzioni all’inquinamento dovuto al traffico su gomma.

In Italia il mercato è ancora agli albori.

Vediamo allora di capire meglio quali sono le caratteristiche da tenere presenti in un’auto elettrica, prima di procedere al suo acquisto.

 

 

Auto elettrica in 6 punti

1. Il risparmio per chilometro è assoluto. L’economicità di percorrenza di un’auto elettrica infatti è fantastica, percorre 100 km ad un costo di 1€ circa (più o meno 1 centestimo a chilometro) con un comportamento su strada di tutto rispetto, contro i 12€ ogni 100 Km di un’auto a benzina.
Facciamo una stima veloce:
– 20.000 km con benzina = 2.400 euro l’anno
– 20.000 km con auto elettrica = 200 euro l’anno

2. L’auto elettrica inquina meno, può sembrare aria fritta, ma è giusto sempre metterlo ai primi posti

3. L’autonomia di chilometraggio è minore ma con un po’ di pratica si impara a gestirla al meglio. Inoltre ogni nuovo modello in uscita ha come focus principale l’aumento dell’autonomia, come Opel Ampera-e di cui parliamo anche qui sotto, ora ha un’autonomia di oltre 500 km. E poi, non servirà trovare un distributore di carburante strada facendo ma si potrà godere della comoda ricarica casalinga o la colonnina nel parcheggio lavorativo.

4. Alla guida l’auto elettrica è economica, ecologica, piacevole da guidare e silenziosa. Così da poter godere ogni suono radio incorporato o segnale esterno.

5. L’autolavaggio, si grazie. Le buone abitudini non si cambiano e per l’auto elettrica l’autolavaggio classico è sicuro e non comporta nessun rischio. È un’auto progettata per resistere alle intemperie e ai forti temporali e come tali, un lavaggio sottoscocca, non fa paura.

6. Sconti e agevolazioni a vita in arrivo: per l’auto elettrica ecco le belle notizie che si stanno diffondendo in Italia: il libero accesso alle ZTL, la gratuità della sosta sulle strisce blu, l’esenzione dal bollo per cinque anni su tutto il territorio nazionale (a vita in Lombardia e Piemonte). E ancora, sconti assicurativi sino al 50 per cento, probabili incentivi statali… Enjoy

 

L’auto elettrica: promossa a pieni voti

 

Il famoso rovescio della medaglia c’è, ma può essere tranquillamente calcolato:

  • le auto elettriche, ad esempio, risentono un po del cambio di temperatura. Il loro clima ideale è intorno ai 21° gradi C. L’eccessivo caldo o il troppo freddo tenderanno a far diminuire l’autonomia del veicolo.
  • i costi di acquisto iniziali. A parità di dimensionamento e generalizzando un po’, a primo colpo d’occhio un’auto elettrica può costare anche il doppio di un modello a benzina, ma non è proprio così. Innanzi tutto si deve fare un paragone di prestazione: le auto elettriche che stanno entrando in commercio presentano delle notevoli potenze alla ruota, che assumono ancor maggiore rilevanza grazie all’assenza dei tempi latenti di risposta. Un’auto elettrica con 250 KW (340 CV) offre prestazioni pari a un modello a scoppio o diesel con potenze del 30/40% superiori e accelerazioni superiori anche del 60%. Tutto questo si aggiunge al risparmio consistente sulla spesa del carburante.
  • Manutenzioni? Certo, le auto elettriche avranno un richiamo di manutenzione annuale come le classiche benzina e diesel, ma non c’è olio da sostituire e nemmeno filtri a parte quello dell’abitacolo. Rimarranno i doverosi controlli di sicurezza e corretto funzionamento alle parti accessorie come pneumatici, vetri elettrici, centraline, ecc; con l’esclusione delle manutenzioni al motore gli interventi necessari saranno di minor impatto economico.
Valutando quindi il lato economico qui sopra descritto non bisogna dimenticare che presto arriveranno anche in Italia gli incentivi fiscali già presenti in diversi Paesi Europei. Inoltre è presumibile che questi veicoli mantengano, almeno nel prossimo decennio, un alto valore dell’usato, perché rappresentano il futuro sicuro e perché saranno meno influenzati dall’usura del tempo e dei chilometri percorsi con discorso a parte per il pacco batterie, che potrebbe essere sostituito.
Bhe, teniamo d’occhio questa evoluzione già iniziata alla grande in nord Europa.

 

 

Stai pensando all’Ampera-e?
Ottimo! Oltre 500 km di autonomia, un buon prezzo di partenza e non solo…

Opel Ampera-e: l’auto elettrica secondo Opel
Fai una ricerca nel web, troverai tantissime informazioni e potrai fare tutti i confronti ad oggi disponibili e scoprirai che l’Opel Ampera-e ha un pocker servito.

Con una batteria agli ioni di litio da 60 Kwh, l’Ampera-e consente un range operativo di 520 chilometri, calcolati con il nuovo Ciclo di Guida Europeo NEDC .

Il tragitto casa-lavoro-casa diventa un’opzione pienamente soddisfacente per gli utenti. Soprattutto se si considera che Opel ha voluto un test molto vicino alla reali condizioni di utilizzo di un’auto, nel quotidiano. Con i test WTLP a ciclo misto, l’autonomia dell’Opel Ampera-e si attesta a 380 chilometri, prima di dover ricorrere ad una presa elettrica per il rifornimento. La macchina è anche in grado di recuperare energia durante la frenata.

Ma anche tragitti di viaggio medio-lunghi, come Londra-Parigi, senza sosta ora sono realtà.

Inoltre, le prestazioni sono il vero aspetto interessante: 360 Nm che la rendono una vettura con un motore che sviluppa l’equivalente di 150 kW/204 CV, anche se la velocità massima viene limitata automaticamente dal produttore a 150 km/h per aumentarne l’autonomia.

La Ampera-e nasce da un progetto specifico. Non si tratta dell’adattamento di un’auto tradizionale alla propulsione elettrica.

Ansia da autonomia? La cura è l’elettrica Opel Ampera-e

 

Queste le frasi riportata da lifegate.it che racchiudono tutto il pensiero della nuova generazione e della nuova concezione di vedere il mondo dell’auto.

L’Ampera-e con i suoi 520 km di autonomia, l’abitabilità generosa nelle dimensioni di interno e le dotazioni al top promette di essere una monovolume compatta, dal fascino Suv sportivo e di alzare il livello delle auto a batteria abbattendo il più possibile i costi di partenza.

Sebastiano Salvetti e lifegate.it l’hanno guidata a Oslo, capitale della mobilità sostenibile.
Leggi le prove su strada

 

Richiedi informazioni qui
info@autronica.net
tel. 0432 570031

 

Vuoi saperne di più?

Come esperti nella riparazione di auto elettriche a Udine e Tavagnacco ti consigliamo i seguenti approfondimenti:
– L’Opel Ampera-e è in vendita in Europa
– Opel Ampera-e: la nuova elettrica con massima autonomia
– Opel Ampera E – la full elettrica nel 2017

 

 

 

credits photo: lifegate.it

 

 

copy Autofficina Autronica
La migliore officina Opel d’Italia 2017